SALUTE

Uno studio rivela che la dieta mediterranea può ridurre il rischio di demenza

La demenza è una delle malattie neurodegenerative più temute e diffuse in tutto il mondo, che colpisce milioni di persone ogni anno: questa patologia attacca il cervello e può causare gravi difficoltà cognitive e comportamentali, con conseguente impatto sulla qualità della vita del paziente e dei suoi familiari.

Tuttavia, ci sono alcune abitudini alimentari che potrebbero ridurre il rischio di sviluppare questa malattia.

Uno recente studio pubblicato su BMC Medicine ha analizzato l'aderenza alla dieta mediterranea e il rischio di demenza in un grande campione di individui.

In questa fotogallery, esploreremo i dettagli dello studio e i benefici della dieta mediterranea per la prevenzione della demenza.

Freepik
Uno studio rivela che la dieta mediterranea può ridurre il rischio di demenza
La demenza è una delle malattie neurodegenerative più temute e diffuse in tutto il mondo, che colpisce milioni di persone ogni anno: questa patologia attacca il cervello e può causare gravi difficoltà cognitive e comportamentali, con conseguente impatto sulla qualità della vita del paziente e dei suoi familiari. Tuttavia, ci sono alcune abitudini alimentari che potrebbero ridurre il rischio di sviluppare questa malattia. Uno recente studio pubblicato su BMC Medicine ha analizzato l'aderenza alla dieta mediterranea e il rischio di demenza in un grande campione di individui.
Freepik
La dieta mediterranea riduce il rischio di demenza
Una dieta mediterranea tradizionale, caratterizzata dal consumo di verdure, frutta e legumi, può ridurre il rischio di sviluppare demenza. È quanto emerge dallo studio pubblicato su BMC Medicine. Secondo i risultati della ricerca, coloro che seguivano questa dieta avevano un rischio di demenza inferiore fino al 23% rispetto a coloro che non la seguivano.
Freepik
Lo studio sulla dieta mediterranea
Per giungere a tali conclusioni, i ricercatori hanno analizzato i dati di 60.298 individui della Biobanca del Regno Unito, che avevano completato una valutazione dietetica. Gli autori hanno utilizzato due misure per valutare l'aderenza alla dieta mediterranea. Durante il follow-up, ci sono stati 882 casi di demenza.
Freepik
Il rischio genetico individuale
Gli autori dello studio hanno considerato il rischio genetico individuale di ciascun partecipante, stimando il loro rischio poligenico, una misura di tutti i diversi geni correlati al rischio di demenza. I risultati hanno dimostrato che la dieta mediterranea riduce il rischio di demenza indipendentemente dal rischio genetico individuale.
Freepik
Limiti dello studio
Nonostante i risultati positivi, lo studio ha alcuni limiti. I partecipanti erano principalmente individui bianchi, britannici o irlandesi, e i dati genetici erano disponibili solo sulla base degli antenati europei. Pertanto, ulteriori ricerche sono necessarie su una più ampia serie di popolazioni. Tuttavia, sulla base dei risultati emersi da questo studio, gli autori hanno concluso che seguire una dieta mediterranea può aiutare a scongiurare il rischio di demenza: da tenere in considerazione.
actors singers and writers
26/05/2024
Art galleries private collections
25/05/2024
Informativa ai sensi della Direttiva 2009/136/CE: questo sito utilizza solo cookie tecnici necessari alla navigazione da parte dell'utente in assenza dei quali il sito non potrebbe funzionare correttamente.