ALIMENTAZIONE

Cibo ed ecologia: le sei diete più inquinanti al mondo

Ormai sappiamo bene quanto l'alimentazione intesa come produzione di cibo influenzi la produzione di CO2 e in generale sia uno dei fattori più inquinanti al mondo. Gli allevamenti intensivi, l'uso di pesticidi, la presenza di massive coltivazioni sta mettendo a dura prova il nostro pianeta.

In diverse parti del mondo, comunque, si mangia in modo differente, e dunque queste diete influenzano in maniera diversa l'inquinamento di diverse regioni. Insomma, differenti diete producono un grado di inquinamento differente, e vi contribuiscono in modo diverso.

Dunque quali sono le diete che per l'ambiente sono più inquinanti? Scopriamolo assieme in base ai dati risultati dalla ricerca pubblicata su The American Journal of Clinical Nutrition.

freepik
Cibo ed ecologia: le sei diete più inquinanti al mondo
Ormai sappiamo bene quanto l'alimentazione intesa come produzione di cibo influenzi la produzione di CO2 e in generale sia uno dei fattori più inquinanti al mondo. Gli allevamenti intensivi, l'uso di pesticidi, la presenza di massive coltivazioni sta mettendo a dura prova il nostro pianeta. In diverse parti del mondo, comunque, si mangia in modo differente, e dunque queste diete influenzano in maniera diversa l'inquinamento di diverse regioni. Insomma, differenti diete producono un grado di inquinamento differente, e vi contribuiscono in modo diverso. Dunque quali sono le diete che per l'ambiente sono più inquinanti? Scopriamolo assieme in base ai dati risultati dalla ricerca pubblicata su The American Journal of Clinical Nutrition.
freepik
1 - Dieta chetogenica
Lo studio ha considerato le sei diete più popolari al mondo e le ha messe a confronto guardando alle emissioni di CO2 prodotte. I ricercatori hanno analizzato i dati raccolti dai CDC (Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie) relativi alle diete adottate da oltre 16.000 statunitensi adulti. Da questi dati emerge che la dieta chetogenica è la più dannosa per l'ambiente, con con quasi 3 kg di CO2 emessi per ogni 1000 calorie consumate. Questa dieta, della quale non esiste una tabella precisa, è a basso contenuto di calorie (dieta ipocalorica), a basso contenuto percentuale e assoluto di carboidrati (dieta low carb), ad alto contenuto percentuale di proteine, e ad alto contenuto percentuale di lipidi.
freepik
2 - Paleodieta
Una dieta davvero particolare, non riconosciuta dalla comunità scientifica e potenzialmente nociva, che si ispira al regime nutrizionale degli uomini vissuti prima dell'agricoltura e dall'allevamento, circa 10.000 anni fa (durante il Paleolitico). Dunque, percentuali molto elevate di proteine (carne bianca, pesce povero, uova) e grassi (oltre a quelli dei cibi animali menzionati, anche dalla frutta a guscio). I carboidrati, invece, sono presenti in modestissime quantità ed esclusivamente forniti dalle verdure. Questa dieta è la seconda più inquinante secondo lo studio in esame, per 1000 calorie emette 2,6 kg di CO2. 
freepik
3 - Dieta onnivora 
La dieta più comune al mondo, con circa l'86% degli individui che la segue. Sono 2,23 kg di CO2 emessi per migliaio di calorie assunte in questo caso, ma non c'è paragone con le diete vegetariane e vegane. Gli autori dello studio ipotizzano che se un terzo degli onnivori mangiasse vegetariano per un giorno, per l'ambiente sarebbe come eliminare dalla strada 547 milioni di chilometri di veicoli.
freepik
4 - Dieta pescitariana
Dal punto di vista nutrizionale, la dieta pescitariana è la migliore di tutte, e si trova al quarto posto delle più rispettose dell'ambiente, e dunque in buona posizione. Mangiando solamente in questo modo, si emettono 1,6 kg di CO2 per migliaio di calorie consumate.
freepik
5 - Dieta vegetariana
La dieta vegetariana supera appena il kg di emissioni per 1000 calorie. Il vegetarianismo proibisce carne e pesce, ma non gli alimenti di origine animale, come latte, uova, formaggio.
freepik
6 - Dieta vegana
La dieta vegana è forse la più estrema e senza dubbio la più difficile da seguire. In pratica, è un regime alimentare che non comprende alcun alimento di origine animale (carne, pesce, latte e derivati, uova e miele) e si basa sul consumo di cereali, legumi, verdura e frutta, sia fresca che secca, oli vegetali, bevande vegetali, semi. A livello ecologico però è la migliore, con appena 0,7 kg di CO2 prodotta ogni 1000 calorie consumate.
actors singers and writers
26/02/2024
Informativa ai sensi della Direttiva 2009/136/CE: questo sito utilizza solo cookie tecnici necessari alla navigazione da parte dell'utente in assenza dei quali il sito non potrebbe funzionare correttamente.